Quer vizziaccio brutto

Vojo parla’ de ‘n vizzio
antico come er monno
che c’hanno le persone
Che a tutti i costi vonno
Sape’ i cazzi dell’artri
Come ‘na malatia
Che quanno te s’attacca
Nun se ne va più via

Te fanno le domande,
pure l’appostamenti
Perché se nun se ‘mpicceno
Loro nun so’ contenti
Se sei un tipo discreto
e nun c’hanno da parla’,
le storie sul tuo conto
se le vanno a inventa’.

Er loro è ‘n ber disaggio,
‘na sorta de livore
che forse lo dovrebbero
cura’ da ‘n gran dottore,

Che dopo medicine,
sedute e terapia,
je dovrebbe da’n consijo,
questo che je do io:

“Chiedere è lecito,
rispondere è cortesia,
sempre se sotto sotto
‘n te fai li cazzi mia!”

(© Raffaella Legname 2020)

2 pensieri riguardo “Quer vizziaccio brutto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...