Fashion?! Coi capelli da megera?

Non so perché ma mi accade sempre di mattina, dopo una bella dormita e dopo aver inzuppato quattro Gocciole nel mio solito cappuccino iper-zuccherato: apro Facebook e TAC! Arriva la notizia che mi fa incazzare, e che mi manda di traverso la colazione.

Da quello che ho appena letto ora pare che la nuova moda, per noi donne, sia quella di non tingere più i capelli. Sì, avete capito bene, non appena le nostre chiome iniziano a diventare grigie, dovremmo lasciarle così, allo stato brado, mettendo al bando tutte le tinture, i correttori di ricrescita, le fasce ‘strategiche’ o i cappelli da indossare prima di fare il ritocco, e trasformarci in una via di mezzo tra Patty Smith e Barbara Alberti anche se siamo sotto i trent’anni ma Madre Natura per noi ha anticipato i tempi di incanutimento capillare. Al di là di quello che si può vedere sulle passerelle, dove hanno recentemente sfilato top model coi capelli color perla o antracite espressamente tinti per l’occasione (delle quali c’era da dire che erano giovanissime quindi l’effetto vecchia zia non c’era), credo che noi cosiddette donne ‘normali’ rinunciando alle abituali tinture rischieremmo di apparire sciatte e trascurate.

Perché rinunciare a tingere i capelli? - Fonte: Pixabay
Perché rinunciare a tingere i capelli? – Fonte: Pixabay

Non la pensa così la designer Martha Truslow, i cui capelli hanno iniziato a ingrigire fin dall’adolescenza e che all’età di 24 anni ha deciso di smettere con tinture e affini e condividere l’esperienza su Instagram, esortando anche altre donne a ‘liberarsi’ di questa schiavitù. Il motivo per il quale hanno aderito in tante a questo nuovo mood sarebbe la soddisfazione (?) di sentirsi libere di essere ciò che sono e di piacere nonostante tutto. Dunque la frase-contentino ‘mi piaci così come sei’ viene estesa, dopo le chiattone fatte passare per curvy e le cozze senza rimedio descritte come ‘interessanti e piene di personalità’, anche alle vecchie ‘per scelta’.

Capelli rosa in libertà - Fonte: Pixabay
Capelli rosa in libertà – Fonte: Pixabay

Quindi fatemi capire, noi donne:

  1. Non dobbiamo più stare a dieta e possiamo anche vergognosamente indossare abiti taglia Barbie anche se pare che ci ha dipinto Botero perché tanto, secondo chi lancia queste tendenze del cazzo, gli uomini amano ‘tuffarsi’ in un mare di rotoli e cuscinetti di cellulite ed apprezzeranno la ciccia che esce da tutte le parti ‘portata con allegria’, perché la curva più bella di una donna è il sorriso (pare vero eh?);
  2. Se siamo brutte come la merda, antipatiche come una roncolata nelle palle e rinsecchite come una cavalletta reduce da una traversata nel deserto possiamo stare tranquille, perché non avendo tette né culo e anche se somigliamo alla signorina Silvani saremo automaticamente definite intelligenti ed affascinanti;
  3. Dobbiamo avere il coraggio di mostrarci senza trucco sia in giro che sui social perché l’importante è essere naturali, toglierci tutte le maschere, sennò gli uomini si sentono in soggezione etc. etc. etc.;
  4. Anche se amiamo essere femminili dobbiamo spesso mostrarci come dei ‘maschiacci’ per non essere tacciate di essere superbe/antipatiche/distaccate quindi via i tacchi, gli abiti sexy e quant’altro;
  5. Oltre a tutto ciò che improvvisamente DOBBIAMO O NON DOBBIAMO FARE perché ci devono accettare ‘così come siamo’ dobbiamo anche prenderci la libertà di non tingere i nostri capelli ed adottare il MEGERA MOOD perchè fa tendenza?

E certo, come un uomo brizzolato viene considerato ‘sexy’, secondo voi la stessa cosa dovrebbe accadere per la donna. Ecco, appunto, ‘dovrebbe’, lasciamo il condizionale!

Vi posso fare una domanda?

MA VOI ‘A MATINA, MENTRE IO ME MAGNO ‘E GOCCIOLE, CHE VE FUMATE?

Evviva i capelli, specie quando sono tinti! - Fonte: Pixabay, Bitstrips
Evviva i capelli, specie quando sono tinti! – Fonte: Pixabay, Bitstrips

Rilancio facendo il bastian contrario: perché noi donne dobbiamo vedere la tintura come un imposizione e rinunciarvi quando andare dal parrucchiere a volte funge anche da antidepressivo? Perché rinunciarvi ora in un momento storico in cui a 25 anni si viene considerate ‘vecchie’ e quando per essere a posto ed avere un aspetto dignitoso basta davvero poco? ‘Imponiamo’ invece agli uomini di ritoccare il proprio colore quando diventano brizzolati, visto che spesso la comparsa dei capelli bianchi tende a intristire anche loro e visto che per mimetizzare il tempo che passa non hanno a disposizione tutto ciò che abbiamo noi.

Un’altra cosa e vi lascio in pace: voi donne che aderite al Grey mood con tanto di hashtag sui social e che difendete a spada tratta la naturalezza a tutti i costi, voi che in profumeria fracassate la minchia cercando i prodotti per corpo e capelli senza siliconi e parabeni e poi avete tette e labbra che pare ve l’ha gonfiate mi’ padre cor compressore, quando decidete di rinunciare ai capelli tinti, se volete essere davvero ‘libere’ allora prendetevi anche la libertà di dire ciao alle punturine cancella- rughe, al seno rifatto e push-uppato, ai pantaloni alza-chiappe con cui pensate di sembrare Belén, alle sessioni di cross-fit in palestra e alle spatolate di fondotinta abbronzante e di lucidalabbra rimpolpante al peperoncino di cui non potete fare a meno neanche in spiaggia.

Se dovete fa’ e vecchie, fatelo per bene, e senza ipocrisia.

Alla prossima.

La Bionda (tinta da sempre e per sempre)

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...